Ailano. Impianto elettrico acquedotto comunale sabotato: “gesto ignobile”

51

“Sabotare l’impianto elettrico dell’acquedotto comunale pensando di creare un danno all’amministrazione comunale è un gesto ignobile, vile che andrebbe punito con con le pene convenzionali.-a dirlo è il primo cittadino di Ailano, Vincenzo Lanzone, che attraverso il seguente appunto stampa, ha voluto esprimere il proprio disappunto ed il proprio rammarico, per la triste vicenda consumatasi-È stato fatto ciò per creare disagio alla comunità intera e non all’amministrazione!!! Per fortuna che abbiamo impianti alternativi/supplementari che riescono a sopperire a tali gesti vili!

Per fortuna-spiega il Sindaco-ho consiglieri che giorno e notte accorrono per ripristinare o quantomeno tamponare le sopraggiunte problematiche. Dato il luogo e le modalità di esecuzione del sabotaggio, tutto fa presumere che chi ha compiuto tale gesto conosce bene l’impianto è le modalità di funzionamento; inoltre è stato fatto in prossimità del fine settimana credendo di mettere in ulteriore difficoltà l’amministrazione per la mancanza di maestranze e per creare il disservizio nella fornitura idrica quando tutti stanno a casa…Fossi in te mi vergognerei non tanto per il gesto in se; ma per la frustrazione che ti appartiene…”.