AVERSA. Pagamento tasse comunali. Golia: come evitare il pignoramento

176

“Mio malgrado sono costretto a ritornare sulla questione pignoramenti per il mancato pagamento delle tasse comunali.-lo scrive in una nota stampa, il Sindaco di Aversa, Alfonso Golia, che prosegue-A qualche consigliere comunale evidentemente non piace che i cittadini siano messi al corrente del fatto che il pignoramento è solo l’ultimo atto di una procedura e che oggi TUTTI, in virtù dei regolamenti vigenti, abbiano a disposizione gli strumenti per dilazionare i pagamenti di quanto dovuto previo avvenuto accertamento. Un lavoro che è di competenza dell’ufficio tributi. Lo voglio ribadire con grande chiarezza e semplicità: l’azione coattiva inizia successivamente. I consiglieri d’opposizione lo sanno benissimo ma per la politica che non vuole risolvere i grandi problemi della città, anzi il principale problema della città, cioè quello dell’evasione che ha disastrato le casse comunali, è più facile agitare la bandiera dell’amministrazione cattiva, come è stato facile in questi anni sbandierare esposti alla corte dei conti, assenza di timbri e fare sterile opposizione. Fa consenso, purtroppo, però, non risolve i problemi. Anche se io penso a chi ha sempre fatto il suo dovere di contribuente, pagando quanto dovuto con regolarità. La classica maggioranza silenziosa. Perché diciamocela tutta, senza giri di parole, oltre a chi davvero è in difficoltà economica ad Aversa, (per i quali abbiamo previsto misure economiche di sostegno attraverso gli sgravi) c’è una evasione dei contributi comunali strutturale e duratura negli anni.

Noi, con i pochi dipendenti a disposizione, stiamo facendo, con coraggio, determinazione un’azione rigorosa. Infatti i prossimi bilanci, su cui stiamo lavorando, dopo che abbiamo ricostituito i fondi vincolati, mostreranno l’inversione di tendenza. Al termine di questa azione nessuno, anche chi ha governato la città, facendo finta di niente e che oggi parla, parla riempiendo i social e i giornali, potrà più ignorare la situazione. Ed è proprio quella parte politica che ha dato il via alla procedura dell’appalto per la riscossione coattiva, gara poi vinta dalla Sogert. Lo sottolineo per commentare una notizia pubblicata ieri da Cronache di Caserta sull’apertura di un’inchiesta su questo servizio, utilizzata poi da qualcuno in città strumentalmente per infangare il mio operato. Sono tranquillo, siamo tranquilli. La magistratura fa benissimo ad indagare e verificare il rispetto della legge. Noi con tutta la macchina amministrativa comunale collaboreremo con investigatori e inquirenti, come sempre accade, per accertare la verità.Pagare tutti per pagare meno!!! Viva Aversa”.