Aversa. Una cassetta postale come base per lo spaccio, pusher denunciato dai CC.

69

Continui movimenti sospetti attorno alla cassetta postale installata all’esterno della sua abitazione hanno destato l’attenzione dei Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Aversa. Nella tarda serata di ieri, in via Leonardo Da Vinci, gli agenti hanno deciso di fermare un trentanovenne del luogo per un controllo approfondito.

Durante la perquisizione personale, i Carabinieri hanno trovato l’uomo in possesso di due involucri di carta stagnola contenenti alcune dosi di hashish. Successivamente, la perquisizione domiciliare, estesa anche alla cassetta postale oggetto delle sue continue attenzioni, ha portato al rinvenimento di cinque dosi di marijuana, singolarmente confezionate in bustine di plastica, per un peso complessivo di circa 18 grammi. Tutte le sostanze stupefacenti sono state sequestrate come prova del reato.

L’uomo è stato denunciato in stato di libertà e dovrà rispondere dell’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.