Baia e Latina: “Cons. Brancaccio, cosa prova nel vedere concittadini patire carenza idrica?”

15

Di seguito il testo del comunicato stampa del Gruppo Consiliare “Uniti per Baia e Latina”, giunto in redazione: “RICORDATE L’annunzio trionfalistico del Consigliere Brancaccio qualche giorno prima delle elezioni del 2021? – precisamente in data 30 settembre 2021 – quando dichiarava su qualche blog: “Consegniamo alla città un impianto all’avanguardia per tecnologia ed efficienza che ci pone fra pochissimi comuni virtuosi in Campania in questo campo: Non vi nascondo l’emozione provata in questa giornata di collaudo. Abbiamo garantito al nostro Comune l’autosufficienza idrica prelevando esclusivamente dai nostri pozzi.

In termini pratici gestione diretta dell’acqua e risparmio per i cittadini. Ringrazio il nostro Sindaco Di Cerbo, concludeva Brancaccio per aver creduto in questo progetto che oggi vede la sua realizzazione – Settembre 2021. PECCATO però che Brancaccio ha dimenticato, siamo certi non per caso, che il progetto della potabilizzazione del pozzo alla località Cantafarro è un progetto realizzato e finanziato dall’Amministrazione Santoro. Loro, Amministrazione Di Cerbo inizialmente unitamente all’Assessore Brancaccio, dal 2016 dovevano solo procedere all’espletamento di una semplice gara di appalto per completare quanto iniziato dall’Amministrazione Santoro con il finanziamento concesso dal Ministero delle Infrastrutture. I cittadini di buon senso, dopo circa sei anni, oggi si chiedono è mai possibile che una Amministrazione comunale, a loro dire efficiente, ancora non è riuscita a far funzionare un’opera che doveva essere realizzata nel 2016 e che nel 2021 a detta del Consigliere Brancaccio veniva collaudata con una dichiarazione trionfalistica: “Risultato importante per i cittadini”, eppure oggi ancora non si vede, ripeto dopo sei anni, nessun risultato, nessuna iniziativa conseguenziale a quanto pubblicizzato in campagna elettorale.


Quando invece i nostri cittadini in questi giorni, di calura, soffrono ancora della carenza idrica a causa dell’inefficienza dei nostri Amministratori che però sui blog sono capaci di far credere quello che in realtà non è. Ed allora tutti si chiedono se in sei anni non siete riusciti a portare a termine una semplice gare per la potabilizzazione del pozzo in località “Cantafarro” lasciata in eredità dall’Amministrazione Santoro, cosa sarete capaci di realizzare, in questo momento di grande importanza e delicatezza, per l’intercettazione e successivo impiego dei fondi europei (PNRR) indispensabili per lo sviluppo e la crescita della nostra Comunità? Consigliere Brancaccio, dopo l’emozione provata al collaudo dell’opera, cosa prova oggi nel vedere ancora i nostri concittadini patire la carenza idrica?”.