Ble JC. Academy vince di misura, altri 2 importanti punti conquistati

27

Di seguito, il testo del comunicato della Ble Juvecaserta Academy, giunto in redazione: “Una Ble in grande emergenza conquista altri due punti preziosi imponendosi sul campo della Waste to Methane Rende con il punteggio di 69-62 nell’anticipo della prima giornata di ritorno, rinviata a suo tempo per l’emergenza covid. È stata una partita estremamente combattuta con i bianconeri che hanno guidato nel punteggio per quasi tutta la gara, ma non sono mai riusciti a realizzare il break decisivo dando la possibilità ai calabresi di cercare fino all’ultima azione il grande colpo. Coach D’Addio, già in sofferenza per l’assenza di Molinario, è costretto alla vigilia della partenza per Rende a dover fare a meno anche del febbricitante capitan Mastroianni. A tanto si è aggiunto un viaggio complicato per lo sciopero degli autotrasportatori che hanno bloccato in più momenti l’autostrada tanto da giungere in Calabria a poco meno di un’ora dalla gara e dopo quasi sei ore di viaggio. Tutto ciò rende ancor maggior merito ai bianconeri che hanno saputo reagire su un campo difficile, contro una formazione che è stata letteralmente stravolta durante la lunga sosta di fine ed inizio anno.  I casertani – che hanno presentato in quintetto il giovanissimo Pisapia (classe 2005) – dopo il canestro iniziale, hanno incassato un parziale di 7-0 ma sono stati bravi a sfruttare l’aggressiva e fallosa difesa ospite con grandi percentuali dalla lunetta. Sono stati, infatti, quattro liberi consecutivi di Cioppa a riavvicinare le due contendenti e ad iniziare un contro break di 10-0 che ha consentito di invertire il trend della gara e passare a condurre con cinque punti di vantaggio (12-7). La reazione dei padroni di casa ha prodotto un altro strappo ed i primi 10’ di gioco si sono chiusi con la Ble in vantaggio di una sola lunghezza (14-13). Ancora più giovane il quintetto iniziale del secondo quarto con gli under Romanelli e Pagano ad affiancare Markus, Greco e De Ninno. Ed è stata proprio una tripla di quest’ultimo ad aprire le marcature del periodo prima della reazione calabra con il pareggio a quota 17; un pareggio, però, che è durato pochissimo perché i casertani hanno subito riacquistato quattro lunghezze con Greco e Markus e, poi, con una tripla di De Ninno, due liberi di Greco ed il primo canestro di Kuvekalovic hanno riportato a sei le lunghezze di distacco (22-28). Rende ha continuato a mettere in campo tutta la sua fisicità ed all’intervallo lungo la gara si è presentata quanto mai aperta (29-32). Bagdonavicius, Cioppa e De Ninno sono andati a canestro in avvio di terzo periodo, ma è stata la tripla di Greco a dare ai bianconeri ospiti il primo vantaggio in doppia cifra (33-43 che è diventato, poi, 36-48 con un altro tiro dalla distanza del play casertano. I padroni di casa hanno cercato di riaprire la contesa, ma all’intervallo i casertani sono stati sempre in vantaggio e, questa volta, con un margine di otto punti (44-52). Una serie di tiri dalla distanza messi a segno dai calabresi, però, in avvio di ultimo periodo hanno riaperto totalmente il match con i padroni di casa che sono arrivati ad un solo possesso di distanza (55-57 con un parziale di 11-0). Dopo il timeout casertano è stata una tripla di Cioppa a riallargare il solco tra le due squadre, ma il Rende non si ù arresa arrivando anche al -1 con due liberi di Malkic, ma sono stati bravi i casertani ad intensificare la loro azione difensiva ed a mettere a segno negli ultimi due giri di lancette un parziale di 7-0 che ha chiuso definitivamente i conti.

Giustamente soddisfatto coach D’Addio che ha così commentato la gara: «è stata una partita dal grande impatto fisico, con tanta intensità per tutti i 40’. Bravi i ragazzi ad adeguarsi al clima sin dalle battute iniziali, anche se resta il rammarico di non aver amministrato nell’arco soprattutto del secondo tempo il grande lavoro fatto in difesa e con discreti possessi offensivi che a più riprese ci hanno dato la possibilità di allungare anche in doppia cifra. Purtroppo alcune ingenuità e la voglia di Rende hanno vanificato tutto ciò, ma negli ultimi tre minuti abbiamo gestito con più tranquillità le scelte in attacco ed a chiudere con grande intensità le loro situazioni offensive. La squadra è stata bravi a gestire una trasferta non semplice e, questo, ci darà sicuramente entusiasmo per affrontare al meglio il tour de force che ci aspetta in questi quindici giorni» 


Waste to Methane Rende – Ble Juvecaserta Academy 62 – 69(13-14, 29-32, 44-52)Waste to Methane Rende: Markovic 7, Miljanic 6, Ginefra 7, Vukosavljevic 3. Malkic 17, Guzzo 5, La Neve ne, Vasta ne, Spadafora, Guadagnuolo ne, Espinoza 17. Allenatore: CarboneBle Juvecaserta Academy: Markus 6, Cioppa 16, Kuvekalovic 9, De Ninno 12, Greco 15, Bagdonavicius 11, Romanelli, Pisapia, D’Aiello, Pagano, Miraglia. Allenatore: D’AddioArbitri: Cristarella di Reggio Calabria e Loccisano di Rende”.