CE. Detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, un uomo nei guai

228

“Nella mattinata odierna, la Polizia di Stato di Caserta ha eseguito una misura cautelare, emessa dal GIP di S. Maria Capua Vetere su richiesta di questa Procura della Repubblica, che ha disposto la custodia cautelare in carcere e il sequestro preventivo della somma di 1.000 euro, nei confronti di N.R., quarantacinquenne dimorante nella città di Caserta. Il provvedimento è stato emesso in quanto, all’esito di indagini dirette da questa Procura e svolte dalla Squadra Mobile della Questura di Caserta, sono stati acquisiti gravi indizi di colpevolezza nei confronti dell’indagato per diverse condotte di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, in particolare cocaina e hashish, consumate in Caserta tra il gennaio del 2020 ed il marzo del 2021. Le indagini hanno tratto origine da un controllo di polizia dell’indagato nel corso del quale veniva rinvenuta sostanza stupefacente e un’ingente somma di denaro contante di cui l’individuo, disoccupato, non era in grado di giustificare la provenienza.

Le indagini permettevano di accertare l’assidua frequentazione, da parte di N.R., del parco verde di Caivano – nota zona di spaccio – e la sua permanenza sul posto per di durata incompatibile con il semplice acquisto di droga. Ulteriori riscontri emergevano nel corso di una perquisizione domiciliare e veicolare che consentiva di rinvenire sostanza stupefacente. Il predetto, inoltre, nel corso di un controllo di polizia, si rendeva autore di gravi minacce nei confronti di uno degli agenti della Squadra Mobile che lo aveva perquisito. Pertanto, atteso il pericolo di reiterazione delle condotte – fatta salva la presunzione di innocenza dell’indagato, fino a sentenza irrevocabile – il Gip del Tribunale di S. Maria Capua Vete emesso ordinanza con la quale ha applicato la misura della custodia cautelare in carcere e il sequestro preventivo delle somme di denaro nella disponibilità dell’indagato, fino alla concorrenza di 1000 euro, individuato quale profitto del delitto di cessione di sostanza stupefacente”. Testo del comunicato inviatoci dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere. 

Foto di repertorio.