Diocesi Teano-Calvi: NO all’Eucarestia da parte di Sacerdoti non vaccinati

195

Di seguito, i chiarimenti circa le disposizioni anticovid del Vescovo Cirulli della Diocesi di Teano-Calvi e di Alife-Caiazzo: ‘In merito alla pubblicazione delle Disposizioni pastorali (Prot. n.1/22) emanate da S. E. Mons. Giacomo Cirulli, Vescovo di Teano-Calvi e di Alife-Caiazzo, in data 8 gennaio 2022, che fornisce nuove indicazioni liturgico-pastorali a causa del grave peggioramento della situazione pandemica da Covid-19 e che ha suscitato interesse nell’opinione pubblica attraverso i social, la Tv e i giornali si chiarisce quanto segue. La decisione del Vescovo così espressa:

“Proibisco la distribuzione dell’Eucarestia da parte di Sacerdoti, Diaconi, religiosi e laici non vaccinati” conferma la linea del rispetto e tutela della vita che in questo momento storico chiama in causa le scelte di ogni singolo; essa si pone come ulteriore misura utile a contrastare il dilagare del virus tra la popolazione e a tutelare tra i più fragili anche coloro che potrebbero non godere dei vantaggi della copertura vaccinale e purtroppo – come testimoniano i casi crescenti negli ospedali di tutta Italia – subire il danno della malattia. Mons. Cirulli, oltre ad aver deciso la sospensione delle attività pastorali in presenza, come sta avvenendo in più Diocesi e similmente in contesti laici per quel che attiene momenti di incontri e contatti sociali, si conferma nella linea della Chiesa Cattolica Italiana e di Papa Francesco a sostegno della campagna vaccinale; tema su cui questa mattina è nuovamente tornato il Pontefice nel saluto al Corpo Diplomatico accreditato presso la Santa Sede:

“I vaccini non sono strumenti magici di guarigione, ma rappresentano certamente, in aggiunta alle cure che vanno sviluppate, la soluzione più ragionevole per la prevenzione della malattia”.’