FOTO. Destra Volturno, storia di un territorio abbandonato a se stesso

183

È da anni, oramai, che, nel territorio di Destra Volturno è in atto una sommessa ed inesorabile opera di progressivo smantellamento delle istituzioni. L’assenza dello Stato, è purtroppo rinvenibile in tante situazioni che si palesano in tutta l’area, ed il flusso di segnalazioni che giungono in redazione proprio in questa direzione diventa sempre più corposo. E’ indubbio, c’è qualcosa che non va. Il primo passo fondamentale è riconoscere l’oggettività dei fatti, poi si potrà discutere dei metodi di soluzione in un secondo momento. Immigrazione incontrollata, microcriminalità onnipresente, autovetture e ciclomotori che circolano indisturbati sulle strade cittadine come se nulla fosse senza targa ed assicurazione, cumuli di rifiuti depositati illegalmente in ogni angolo della città, anche sui cigli dei marciapiedi, numerose aree di spaccio di sostanze stupefacenti…frequenti gli scambi droga-contanti anche in pieno giorno. Sono questi solo alcuni dei fenomeni sociali che certamente non rendono Destra Volturno a misura di bambino, ma per dirla tutta non la rendono neppure a misura di adulto. Sconcerta la timidezza e la costante incertezza con cui la locale classe politica continua ad assistere a tale scempio, cercando di scaricare vicendevolmente la colpa, senza però, mettere in atto la benché minima strategia atta ad ostacolare o ad invertire tale incredibile processo. Il laissez faire istituzionale, condurrà, è assai probabile, inesorabilmente ad un isolamento socio-economico del territorio ed alla conseguente desertificazione della ‘Destra Volturno bene’. Quello di cui stiamo discorrendo, purtroppo, è non solo un’emergenza sociale, ma anche ambientale. Lo sversamento illecito dei rifiuti è all’ordine del giorno. Quotidianamente l’immondizia, dopo essere stata accumulata in strada, viene incendiata. Il fumo tossico e i miasmi si spandono tristemente per tutto il territorio. Quelle che giungono in redazione sono anche segnalazioni di una evidente crisi umanitaria. Uomini e donne di colore, non di rado si ammassano in abitazioni fatiscenti e senza cura dell’igiene svolgono sovente macellazione abusiva di animali. Scene raccapriccianti, non degne di una società civile, che pure avvengono a pochi passi da noi.