PARROCCHIA SAN FRANCESCO DI PAOLA: SOLENNE COMMEMORAZIONE DI VANVITELLI

89

Riceviamo e pubblichiamo: “CELEBRAZIONI VANVITELLIANE, IL 1° MARZO SOLENNE COMMEMORAZIONE DI VANVITELLI NELLA PARROCCHIA SAN FRANCESCO DI PAOLA

Nel 250° Anniversario della morte di Luigi Vanvitelli, il giorno mercoledì 1° marzo 2023 si inaugura il programma delle Celebrazioni vanvitelliane 2023/24 volte a onorare la grande eredità artistica, storica e spirituale dell’Architetto reale dei Borbone. La Parrocchia “San Francesco di Paola” in Caserta, guidata dal parroco don Biagio Saiano, a partire dalle ore 10.00 sarà il luogo di ouverture delle iniziative vanvitelliane con la Solenne Commemorazione di Luigi Vanvitelli e l’apertura straordinaria della cripta in cui “volle e per sua divozione fu seppellito”. Il significativo momento commemorativo, che culminerà con la Celebrazione Eucaristica officiata da S.E. Mons. Pietro Lagnese, Vescovo di Caserta, vedrà la partecipazione delle più alte cariche cittadine regionali, provinciali e comunali, quali Giuseppe Castaldo prefetto di Caserta, Antonino Messineo questore di Caserta, Carlo Marino sindaco Città di Caserta, Giuseppe Vozza sindaco Città di Casagiove, Tiziana Maffei direttore della Reggia di Caserta, Giovanni Francesco Nicoletti Magnifico Rettore dell’Università degli Studi della Campania
“Luigi Vanvitelli”, Carlo Raucci presidente Ordine degli Ingegneri della Provincia di Caserta, Raffaele Cecoro presidente Ordine degli Architetti della Provincia di Caserta, Alberto Zaza d’Aulisio presidente Società di Storia Patria di Terra di Lavoro. “L’Anniversario del 250° della morte del grande Architetto Reale, avvenuta il 1° marzo 1773, – dichiara don Biagio Saiano – è oggi per noi tutti un’occasione straordinaria per istituire un dialogo interistituzionale, al fine di divulgare la conoscenza dell’eredità vanvitelliana, ma in primis per riscattare la memoria di un uomo che da architetto pontificio ad architetto reale, nella complessità degli avvenimenti storici, ha donato alla Città di Caserta e alla sua provincia, non soltanto la più grande e visionaria opera, ma anche gli ultimi anni della sua vita, riscoprendo un’inusitata integrità spirituale. A tal proposito – continua don Biagio Saiano – mi pregio di ringraziare sin da ora il prof. Giuseppe De Nitto, illustre accademico e autore di notevoli monografie su Luigi Vanvitelli. Attraverso i suoi studi, i suoi saggi e la sua incommensurabile ricerca rappresenta un punto di riferimento imprescindibile per approfondire la conoscenza storica vanvitelliana. L’adesione dell’esimio prof. Giuseppe De Nitto ai lavori sigilla l’alto spessore delle iniziative poste in essere. Fondamentale è la sua vicinanza, che incoraggia a fare sempre meglio.” Seguendo questo fil rouge, su impulso di don Biagio è stato istituito il Comitato Parrocchiale di Promozione della Memoria Vanvitelliana (Giorgio Agnisola, Nando Astarita, Antonio Ciontoli, Giuseppe De Nitto, Giovanna Longobardi, Gilberta Materazzo, Massimo Santoro, Giuseppe Vozza), che nell’ambito delle celebrazioni di commemorazione, con il patrocinio della Regione Campania, Provincia di Caserta, Reggia di Caserta, Città di Caserta, Città di Casagiove, Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”, Ministero della Cultura, UNESCO, Ordine degli Architetti, Ordine degli Ingegneri, SDG e Società di Storia Patria Terra di Lavoro, ha stilato un sostanziale programma di interventi culturali di valorizzazione e promozione dell’ipogeo, indicato dal “Liber Mortuorum” come luogo di sepoltura del grande genio. I partecipanti al momento commemorativo, oltre a visitare la cripta, avranno l’opportunità di ammirare il manoscritto antico e al contempo di fruire in anteprima della riproduzione anastatica digitale della maschera funeraria di Luigi Vanvitelli, ossia del calco del volto riservato storicamente solo a personaggi celebri per perpetuarne il ricordo, che sarà in esposizione. Si tratta di un’esclusiva opera realizzata dal team di esperti del progetto di ricerca “Art-up”, che attraverso strumenti tecnologici innovativi eseguono la riproduzione stampa digitale, in 3D e in realtà aumentata di opere d’arte. La manifestazione mattutina, intesa come primo atto delle Celebrazioni Vanvitelliane, è stata organizzata con il supporto degli Amici della Reggia di Caserta, BCC di Casagiove, Camera di Commercio di Caserta, Artemide srl, Partenopea Bingo srl, Mastio Restauri srl, DM e Castello Corvacchini srl. I promotori assicurano che la partecipazione è libera fino ad esaurimento posti. Di seguito si propone il programma della ‘Solenne Commemorazione di Luigi Vanvitelli’ e degli eventi collaterali che si terranno presso la Parrocchia di San Francesco di Paola, in Caserta.

IL PROGRAMMA:
Preludio Sinfonico “Luigi Vanvitelli” del M° compositore Pompeo Ferraro eseguito dall’Associazione ‘Gran
Concerto Bandistico Città di Casagiove’ diretta dal M° Francesco Di Gennaro.
Reading delle Lettere di Vanvitelli, a cura del Prof. Massimo Santoro.
Epistole scelte da Nando Astarita, storico cultore di Luigi Vanvitelli e della Reggia casertana, e dal Prof.
Giuseppe De Nitto, insigne storico e massimo esperto di Luigi Vanvitelli, nonché Direttore emerito della
Biblioteca Palatina della Reggia di Caserta.
Musiche
Ludovica Buzzanca, Laboratorio Teatro Classico, Liceo “A. Manzoni” Caserta.

  • Apertura della Cripta
  • Esposizione del Liber Mortuorum
  • Annullo Filatelico commemorativo
  • Inaugurazione dell’opera “Luigi Vanvitelli” dell’artista Gustavo Delugan.
  • Presentazione della maschera funeraria di Vanvitelli in riproduzione anastatica digitale.
  • Corona di alloro al Monumento Funebre di Luigi Vanvitelli offerta dall’Ordine degli Architetti e dall’Ordine degli Ingegneri”.