Prot. Civ. Reg. Campania: Allerta meteo neve e pioggia dalle ore 8 di domani

35

“La Protezione Civile della Regione Campania ha emanato un avviso di allerta meteo per neve valido a partire dalle ore 8 di domani, sabato 26 febbraio, fino alle ore 8 di domenica, 27 febbraio sulla Zona 2 (Alto Volturno e Matese); Zona 3 (Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini); Zona 4 (Alta Irpinia e Sannio); Zona 5 (Tusciano e Alto Sele); Zona 6 (Piana Sele e Alto Cilento); Zona 7 (Tanagro); Zona 8 (Basso Cilento).

In alcune zone le precipitazioni nevose potranno verificarsi anche a bassa quota.Attenzione anche alle gelate. La Protezione Civile della Regione Campania raccomanda agli enti competenti di porre in essere tutte le misure atte a mitigare e contrastare i fenomeni attesi anche in linea con i rispettivi Piani comunali e agli automobilisti di mettersi in viaggio solo se dotati pneumatici da neve.

Si ricorda che, nello stesso orario e nella stessa data, nella Zona 1 (Piana campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana); nella Zona 3 (Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini); Zona 5 (Tusciano e Alto Sele); Zona 6 (Piana Sele e Alto Cilento) vige l’Allerta Meteo per Pioggia e Temporali con criticità idrogeologica di colore Giallo come da precedente comunicazione.

La stessa Protezione Civile della Regione Campania ha anche emanato un avviso di allerta meteo di colore Giallo valido a partire dalle ore 8 di domani, sabato 26 febbraio, fino alle ore 8 di domenica, 27 febbraio, sulla Zona 1 (Piana campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana); Zona 3 (Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini); Zona 5 (Tusciano e Alto Sele); Zona 6 (Piana Sele e Alto Cilento). Si prevedono precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio e temporale (nevose nelle zone collinari e montuose), puntualmente anche intense. Possibili raffiche di vento nei temporali.

A questo quadro meteo è associato un rischio idrogeologico localizzato con possibili frane e caduta massi anche in assenza di precipitazioni per effetto della saturazione dei suoli. Sono possibili fenomeni di impatto al suolo come:- Ruscellamenti superficiali e possibili fenomeni di trasporto di materiale;- Possibili allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno;- Scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali, possibili fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche con tracimazione e coinvolgimento delle aree depresse;- Innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua, con inondazioni delle aree limitrofe, anche per effetto di criticità locali (tombature, restringimenti, ecc);- Possibili cadute massi in più punti del territorio;- Occasionali fenomeni franosi. La Protezione Civile della Regione Campania raccomanda agli enti competenti di porre in essere tutte le misure atte a mitigare e contrastare i fenomeni attesi anche in linea con i rispettivi Piani comunali”.