SNLS. Caditoie otturate: “dentro guanti, mascherine, bustine con deiezioni canine…”

95

Otturare deliberatamente ed irresponsabilmente, con spazzatura di ogni genere, le caditoie della città, è sicuramente un atto incivile, ma anche molto stupido. Esse, soprattutto in questo periodo di piogge incessanti, espletano una funzione fondamentale: intercettano e drenano le acque meteoriche che scorrono in superficie per convogliarle nell’urbana rete fognaria. Ovvia e diretta conseguenza dell’intasamento dei tombini, è l’allagamento della città, nei giorni caratterizzati da rovesci intensi e temporali.

Queste le parole dell’attivissimo Giovanni Ferrante, Vigile Urbano di San Nicola La Strada, sempre presente sul territorio, e che ha particolarmente a cuore la tutela dell’ambiente: “Il cittadino che distrugge il proprio suolo distrugge se stesso. Ci deve essere un modo migliore per pensare e fare delle cose che non inquinino acqua, cielo e terra. I tombini vanno preservati e puliti e non otturarati volontariamente. Guanti, mascherine, bottigliette di plastica, bustine con deiezioni canine. Ecco cosa c’era stamane in diversi tombini della città. Iniziamo a contribuire per ridurre l’inquinamento, sarebbe ora!”.