‘ULISSE’. Un’epidemia fa da sfondo al racconto della seconda puntata

104

“Anche Enrico VIII e Anna Bolena, all’epoca in cui erano ancora amanti, hanno dovuto sperimentare il confinamento e la lontananza imposti da una epidemia.”- l’interessante anologia, con i tempi duri che stiamo vivendo, viene messa in evidenza dal noto divulgatore storico Alberto Angela, il quale, illustrando il tema della seconda puntata del programma televisivo ‘Ulisse: il piacere della scoperta’, che andrà in onda domani sera su Rai uno, afferma-“Si trattava di una malattia che, a ondate, ha flagellato l’Inghilterra nel ‘500 e che, leggendo i documenti d’epoca, aveva sorprendenti analogie con il momento che stiamo vivendo oggi. Un’epidemia che era più pericolosa per gli uomini che per le donne, che aveva colpito anche molti personaggi della corte e che era costata la vita al fratello maggiore di Enrico VIII. Ne scrive di suo pugno il re all’amata, implorandola di non ammalarsi. Ulisse -spiega Alberto-vi aspetta domani sera, alle 21.25 su RaiUno, per raccontarvi questa e altre storie nella puntata dedicata alle Sei regine per Enrico VIII, con la partecipazione di Carlotta Proietti e della Compagnia Politeama del Silvano Toti Globe Theatre Roma – Villa Borghese.”